Pagina in fase di allestimento

per migliorare il potenziale umano, le performance integrando percorsi benessere, olistici, la comunicazione, l'arte. Inserendo tecniche innovative di comunicazione e coaching a livello personale, lavorativo e sportivo

Ricapitolando: Come Intervengono il Wellness Coaching & l’Holistic Coaching all’interno di un’azienda?:


Rivalutando:

  1. L'ambiente fisico, che include l'ergonomia, il rumore, l'illuminazione ed i servizi selfservice durante il break.

CONSIGLI UTILI PER LA PREVENZIONE scarica il documento

  1. In generale:

    1. on tenere mai il portafogli nella tasca posteriore dei pantaloni o della gonna: farebbe da "perno" per il vostro bacino che potrebbe "bloccarsi"!
    2. Praticate sempre attività motoria e fate attenzione al sovrappeso eccessivo.

    In Auto ed In Viaggio:

    1. In auto sistemate il sedile, che non deve avere problemi strutturali, in modo corretto, così da assumere una posizione comoda con arti semiflessi.

    2. Quando fate lunghi viaggi ogni due ore fermatevi e fate una passeggiata rilassante.

     

    In Piedi:

    1. Quando rimanete in piedi fermi alternate il carico su entrambe le gambe. Quando "stirate" procuratevi uno sgabello (ma è sufficiente anche una scatola da scarpe) di 10-15 cm sul quale appoggiare alternativamente il piede; in alternativa allargate i piedi.

    Trasporto e sollevamento pesi:

    1. Quando trasportate pesi cercate di distribuirne il carico su entrambe le braccia.
    2. Quando sollevate pesi rimanete con la schiena dritta e sollevatevi piegando le gambe dopo aver avvicinato il peso stesso il più possibile ai piedi.
    3. Quando spostate grandi oggetti (es. armadio) fatelo spingendo con la schiena.

    Da seduti:

    1. In posizione seduta mantenere la schiena dritta senza rimanere con il collo piegato e non accavallate le gambe.

    1.  

    In casa:

    1. Meglio lavatrici con carica dall'alto. La lavatrice con caricamento frontale va alzata dal pavimento di 50 cm circa per evitare ripetute flessioni, In alternativa, quando la svuotate la lavatrice, mettetevi in ginocchio.

    1. I piani della cucina , generalmente sono a 86 cm di altezza, misura non ottimale per il mantenimento corretto della postura eretta: devono essere adeguati alle Vostre esigenze.

    1. Il forno dovrà essere sempre staccato dal blocco dei fornelli e posizionato a 1 m di altezza.

    2. La parte inferiore dei mobili deve avere uno spazio sufficiente per permettere alla parte anteriore del piede di avanzare, evitando posizioni erette inclinate in avanti.

    1. I lavelli del bagno sono sempre stati posizionati a 84cm di altezza: ciò favorisce il tristemente famoso colpo della strega, quando al mattino ci si lava il viso, al momento del raddrizzamento: occorrono almeno 94 cm di partenza; per i bambini verrà utilizzata una pedana di legno.

    2. Il manico della scopa e dello spazzolone per pavimenti deve essere allungato a 1.80 m circa

    1. I letti sono tutti bassi perché così ha voluto l'industria dell'arredamento: è consigliabile usare piumoni per evitare che nello svolgimento delle faccende domestiche si debba lavorare troppo in flessione. Meglio sarebbe alzare il letto sino ad 80 cm per due motivi: ci si alza e ci si siede meglio e si rifà il letto a schiena protetta.

    1. Sono da evitare i letti troppo morbidi o troppo duri e le assi di truciolare perché non lasciano traspirare e non sono molto elastiche.

    1. Quando la sera si va a letto togliere tutti i metalli (anelli, collane, orologi ) per evitare i microgalvanismi: vere e proprie correnti elettriche tra metalli che potrebbero provocare contratture muscolari e insonnia.

    2. S cendere dal letto con cautela sedendosi prima e poi alzandosi con calma facendo perno sulle mani per evitare il "colpo della strega".

    3. Q uando rifate il letto appoggiate il ginocchio della gamba più vicino al letto sul letto stesso in modo da far perno su questo e non sul tratto lombare della colonna.

    1. Non guardare la televisione o leggere a letto rimanendo con il capo flesso per non sovraccaricare le vertebre cervicali.

    Le scarpe:

    1. Le calzature indossate devono sempre avere le suole integre e simmetriche, soprattutto la suola interna, in senso trasversale, deve essere completamente piatta (importantissimo soprattutto per i bambini, che DEVONO avere piede piatto fino ai quattro - cinque anni!): se è presente un rialzo (vedere disegno sopra), solitamente interno, tagliarlo con un taglierino o togliere proprio la soletta interna.

    2. Quando acquistate le scarpe non limitatevi alla "solita taglia" (adattereste il piede alla scarpa e non viceversa) ma trovate la scarpa giusta per Voi appoggiando il piede sopra di essa.

    1. Per gli sportivi è estremamente importante togliere qualsiasi soletta "a stampo" o "anatomica" in quanto creerà una "cecità" sensoriale alla pianta del piede che comprometterà lo schema corporeo pregiudicando il rendimento muscolare e quindi la prestazione.

     

     

    Aria Condizionata:

    1. A ttenzione all' aria condizionata in auto e negli ambienti: non sia mai indirizzata contro il vostro corpo e non esagerate con il freddo.

    Denti:

    1. Non rimanere mai con i denti serrati, non mangiarsi le unghie, succhiare penne, mordicchiare il labbro: tutto ciò crea contratture inutili e dannose.

    2. Mantenete una corretta igiene orale rivolgendosi al proprio dentista al minimo problema.

    3. Ricordatevi che la natura vi dà tutti i denti e per 24 ore al giorno: fatevi rimettere tutti i denti mancanti e non togliete mai la dentiera di notte. La mancanza di denti ed una alterata deglutizione sono causa di aggravamento della Vostra Sindrome Posturale.

    4. Fate ribasare la dentiera ogni 2 anni e rinnovatela ogni 5: la riduzione dell'altezza della dentiera spinge il capo in avanti sovraccaricando le cervicali.

    Per i Vostri figli :

    1. evitate l'uso del succhiotto : eventualmente sceglierne uno anatomico e non a goccia per non "allenare" la lingua in modo errato. La lingua normalmente deve puntare sul palato dietro gli incisivi superiori: in questo modo faciliterà la fonazione, la deglutizione, la respirazione, la normale conformazione del palato e delle arcate dentarie, l'atteggiamento del capo

    2. mai forare la tettarella nell'intenzione di "nutrire meglio o più velocemente il bambino", per evitare che il piccolo si difenda dal rischio di "annegamento nel latte" spingendo la lingua in modo sbagliato per otturare il foro troppo grosso

    3. acquistate scarpine con interno privo di qualsiasi rialzo: i piedini fino a 4 - 5anni devono essere piatti quindi non preoccupatevi: sarà negli anni successivi (fino agli 8 - 9 anni), con la maturazione del sistema nervoso, che il piede assumerà autonomamente la propria forma

    4. prima e dopo qualsiasi cura ortodontica richiedere sempre un controllo della logopedista e del medico che si occupa di posturologia

    5. evitare il girello , che fa saltare l"importantissima fase del gattonamento ed allena in modo sbagliato il bambino nella fase del passo

    6. evitare il box , che costringe il bambino, incurioso dal mondo esterno, a sollevarsi sulla punta dei piedi in atteggiamento scorretto

    7. favorire il gattonamento e lasciare i piccoli a piedi scalzi il più possibile (preferibilmente su superfici non lisce)

    8. rivolgersi al medico che si occupa di posturologia se fosse presente scoliosi, problema dell'appoggio dei piedi, difficoltà nell'apprendimento e/o nella lettura, cefalea serale

E in ufficio?

  1. L' altezza del piano di lavoro da seduti deve essere variata in base all'altezza secondo il seguente schema (tra parentesi l'altezza del piano del tavolo): 1.65 (80); 1.70 (82); 1.75 (84) ; 1.80 (86) ; 1.85 (88) ; 1.90 (90).

  2. L' altezza del piano di lavoro in piedi deve essere variata in base alla Vostra altezza secondo il seguente schema: 1.65 (103); 1.70 (105); 1.75 (107) ; 1.80 (110) ; 1.85 (13) ; 1.90 (115).

  3. Occhio allo schermo Il monitor del pc va posizionato a una distanza dallo sguardo compresa tra 45 e 70 cm. Il piano dello schermo dovrebbe formare un angolo retto con quello della finestra e con qualsiasi corpo illuminante, cioè lampade ma anche semplicemente superfici riflettenti. Un consigli o in più? Ogni tanto esegui il palm in g, un esercizio che dà sollievo ai muscoli oculari: da seduta, copri gli occhi con i palmi delle mani, senza premere. Resta così per due m in uti.
  4. Il Pc: lo schermo deve essere facilmente e liberamente orientabile e perpendicolarmente alla fonte di lucein modo da consentire l'annullamento di riflessi, e deve avere brillantezza e contrasto regolabili .
  5. Le in sidie della tastiera Quando si lavora al pc è importante appoggiare bene le braccia, evitando di estendere troppo i polsi. dovrebbe stare alla stessa altezza dei gomiti, deve essere mobile e indipendente dallo schermo e posizionata a 60-70 centimetri da terra, la sua inclinazione rispetto al piano orizzontale non superiore a 10-15 gradi. Le braccia dell'operatore dovrebbero essere parallele al pavimento per evitare che i polsi vengano sforzati. Se il piano di lavoro è a un'altezza da terra superiore a 70-75 centimetri va aumentata l'altezza della sedia.
  6. La sedia ideale Usa una sedia con schienale e altezza del sedile regolabili. L' in cl in azione giusta per lo schienale è di 90-110 gradi rispetto al sedile. Per attenuare gli in dolenzimenti, in oltre, fai un po' di stretch in g: in piedi, stira leggermente la schiena all' in dietro, con lo sguardo rivolto al soffitto e le g in occhia tese. Mantieni la posizione per qualche secondo. Ripeti da 5 a 10 volte
  7. L'illuminazione dell'ambiente, deve essere diffusa, non deve abbagliare né l'operatore né lo schermo, e non deve determinare un contrasto eccessivo di luce tra schermo e ambiente. Per queste ragioni, se l'ufficio è servito da luce naturale, alle finestre andrebbero apposte tende possibilmente chiare e di spessore sufficiente a filtrare la luce. Anche le lampade, che a differenza della luce del sole garantiscono condizioni costanti nelle 24 ore e che per questa ragione andrebbero preferite, dovrebbero essere posizionate in modo da evitare abbagliamenti, contrasti eccessivi e luce riflessa.
  8. Clima: la temperatura di un ufficio dovrebbe essere superiore a 18 gradi d'inverno e d'estate mai inferiore di oltre 7 gradi centigradi a quella esterna. Le finestre dovrebbero essere apribili per consentire ricambi d'aria, fondamentali per l'abbattimento della carica microbica degli spazi comuni e per consentire un corretto grado di umidità. Gli impianti di climatizzazione dovrebbero consentire almeno un ricambio di aria esterna ogni ora
  9. ll rumore dovrebbe inoltre essere minimo per non disturbare il lavoro e provocare stress: le stampanti ad aghi di vecchia generazione, se ancora utilizzate, andrebbero riunite in un piccolo ambiente a parte. L'eventuale rumore proveniente dall'esterno andrebbe limitato con doppi vetri alle finestre.

 

Alcuni Link correlati all'interno del sito:

 

 

Copyright © 2006 Sara Cicolani. All rights reserved.
chat geschichten kostenlose gallerien filme videos fotos